Freya Stark: caccia alla lettera a Churchill che salvò Asolo

Scritto da Michela | 17 settembre, 2014

Annamaria Orsini e il gruppo di Freyadi, cenacolo di amiche che hanno conosciuto o sono state affascinate dalla mitica figura di Freya Stark, si sono messe alla caccia di un documento sempre citato ma non ancora ritrovato.
Si tratta della lettera che l’esploratrice e scrittrice inglese ha scritto all’amico Winston Churchill per chiedergli di salvare la sua Asolo dai bombardamenti alleati sul Veneto, bombardamenti che hanno causato la semidistruzione della vicina Treviso. La “protezione” di Freya e del Primo Ministro nonché di Sua Maestà inglese hanno preservato Asolo e l’intera area asolana dai raid della Raf e delle forze armate americane
.
L’esistenza di questa lettera è ricordata da molte fonti e le Freyadi sognano di poterla scovare per esibirla alla mostra “Vaghe stella dell’orsa. Il viaggio sentimentale di Freya Stark” che sarà allestita dal Comune di Asolo nella Sala della Ragione del Museo Civico a partire dal prossimo 26 settembre
.
Certo il tempo a disposizione è poco e gli archivi dove il documento potrebbe essere conservato sono diversi. Da quello dell’ex Ministero della Guerra
, l’Old War office, il cui Archivio storico al Whitehall è sterminato, all’archivio di Downing Street, a quello della famiglia del’ex Primo Ministro, archivio che potrebbe essere stato depositato presso qualche istituzione o, in parte o in tutto, smembrato tra gli eredi. Il documento, cioè la lettera di Freya, aveva carattere privato, era l’appello di una amica ad un caro amico, e quindi potrebbe non essere stato classificato come Documento di Stato e, in quanto tale, soggetto ad archiviazione pubblica.
…l’articolo continua »

DOLOMITI.IT: vacanza spirituale nelle Dolomiti. Brain walking meditativo, trekking ai laghi e ronde gastronomiche circondati dal foliage

Scritto da Michela | 16 settembre, 2014

Le Dolomiti si contraddistinguono per i paesaggi ricchi di significato contemplativo, dove depurare la mente e riorganizzare i pensieri, staccandosi spiritualmente dal resto del mondo. In proposito sono singolari le iniziative ideate in Val di Fiemme, in Val di Sole e in Val Gardena.

“Brain walking” al Cristo Pensante – Val di Fiemme…

In Val di Fiemme fare trekking non è soltanto un modo per mantenersi in forma ma anche un percorso spirituale che aiuta la ricerca interiore. Il sentiero che porta al Cristo Pensante è fatto per chi vuole sperimentare il “brain walking”: camminare sullo stile del nordic walking ma lasciando aperta la mente alla contemplazione, assaporando la fragilità della vita e la durezza della montagna fino a raggiungere i 2.333 m di altitudine del monte Castellazzo, dove è poggiata la statua del Cristo Pensante. Realizzata da Paolo Lauton, è stata posizionata nel giugno del 2009 accanto alla croce di Pierpaolo Dellantonio, entrambi scultori di Predazzo. Il monte è contornato da pascoli con vista sulle Pale di San Martino e sull’alta valle del Travignolo. L’itinerario è un invito alla meditazione e alla ricerca della fede, attraverso i numerosi messaggi riportanti frasi di fedeli devoti che si possono trovare lungo il tragitto.

www.dolomiti.it/it/idee-vacanza/val-di-fassa-e-val-di-fiemme/

…l’articolo continua »

L’impavida, domenica 21 settembre a Guastalla (RE) Cicloturistica lungo gli argini del Po con biciclette d’altri tempi

Scritto da Michela | 15 settembre, 2014

Per gli appassionati delle due ruote la passeggiata in libera escursione è l’occasione per conoscere il patrimonio di strade bianche che corrono lungo gli argini di bonifica e le golene del Po a Guastalla, Gualtieri, Boretto, Novellara, Reggiolo e Luzzara. La cicloturistica con biciclette antiche anticipa  Piante e animali perduti, in programma a Guastalla (Re) il 27 e 28 settembre

Alla scoperta del Grande fiume in sella a bici d’epoca. Domenica 21 settembre  va in scena lungo gli argini del Po, a Guastalla (RE), l’Impavida di Emilia,seconda edizione della cicloturistica con biciclette d’altri tempi che anticipa la manifestazione dedicata alla natura e alla biodiversità Piante e animali perduti, in programma sempre a Guastalla (Re), sabato 27 e  domenica 28 settembre. Una passeggiata cicloturistica, in libera escursione, sugli argini del Po con biciclette d’altri tempi guidate da ciclisti anche in abbigliamento vintage, lungo le strade bianche che seguono il Po a Guastalla, Gualtieri, Boretto, Novellara, Reggiolo e Luzzara. Luoghi ricchi di storia nei centri urbani e di  suggestivi paesaggi naturalistici di grande valore ecologico che recano i segni  architettonici ed idraulici costruiti dalla Bonifica, oggi come ieri, necessari per il territorio, la sicurezza delle aree urbane e per la difesa dalle inondazioni.

Nata da un’idea di Vitaliano BiondiGiuseppe AlaiIvan Pavesi e Armando Nocco,  L’Impavida di Emilia 2014 è promossa dal Comune di Guastalla in collaborazione con  cinque comuni limitrofi: GualtieriBorettoNovellaraReggioloLuzzara e il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, con il sostegno  del Consorzio del Parmigiano Reggiano e di S.A.Ba.R. spa. Gara non competitiva aperta a tutti, L’Impavida prevede per questa seconda edizione due diversi percorsi: uno di 45 km è adatto  a tutti, con oltre il 40% di strade bianche, e tocca i comuni di Guastalla, Gualtieri e Luzzara. L’altro è un percorso di 72 km, di cui il 45% di strade bianche. Attraversa  sempre con l’ausilio di un “road-book” nell’ordine i comuni di Guastalla, Gualtieri, Boretto, Novellara, Reggiolo e Luzzara e si snoda anche lungo i suggestivi sentieri del paesaggio della Bonifica, fra idrovore, torrioni, canali, fino alle Valli dello Sculazzo di Novellara.

…l’articolo continua »

Domenica 21 Settembre 2014: nel regno dei funghi 5a Mostra Micologica della Valle Oropa

Scritto da Michela | 15 settembre, 2014

Cosa sono i funghi? Fungo e il latino fungus (da cui il termine inglese fungi) si accostano al greco “σπόγγος” o “σφόγγος” (spóngos o sphóngos), “spugna” e all’armeno sunk.

Apprezzati in cucina, temuti come veleni, ammirati come effimere e particolari forme di vita, in realtà i funghi, sono solo i “frutti” di quelle forme di vita per lo più invisibili ai nostri occhi, perché nascoste e costituite da un reticolo di microscopici filamenti ragnatelosi bianchi (le ife).

I funghi che vediamo tra le erbe, nel sottobosco o sui ceppi, dalla forma più classica, oppure che ricordano i coralli, una pera rovesciata, oppure una mensola, sono dunque dei frutti: ma di una pianta che in realtà non è una pianta… Che i funghi non siano minerali o animali è intuibile, mentre è meno evidente che non siano neanche piante; hanno, infatti, un regno “tutto loro”, appunto: il Regno dei Funghi. A questo regno, il Giardino Botanico di Oropa con la collaborazione del Gruppo Micologico Biellese, dedicano il 21 settembre prossimo, con la 5a Mostra Micologica della Valle Oropa. Durante l’intera giornata si potranno ammirare le esposizioni di esemplari veri e riproduzioni in resina, questi ultimi appartenenti alla collezione del Giardino Botanico, passeggiare nel Giardino con la guida degli esperti micologi del Gruppo Micologico Biellese, sostare alle stazioni di microscopia, consultare materiale divulgativo e multimediale.

Per la gioia degli amanti della buona tavola, quest’anno il programma si arricchisce della possibilità di consumare un pranzo “dedicato”, preparato dal Ristorante Caminetto di Oropa.

…l’articolo continua »

ASTOR: volare sulle Dolomiti bellunesi. In tandem o con il kitesurf, sospesi in aria e a contatto con un panorama mozzafiato.

Scritto da Michela | 15 settembre, 2014

Volare sulle Dolomiti e poterle ammirare sospesi nell’aria, in vacanza. Il soggiorno allo Suites Hotel ASTOR di Belluno, situato in pieno centro di Belluno, non è mai stato così intrigante per gli appassionati e i curiosi di kitesurf e di parapendio, pronti ad un giro mozzafiato sul Lago di Santa Croce o ad un volo in tandem ricco di adrenalina e incanto nel cielo bellunese.

Due le proposte pensate per chi soggiorna all’ASTOR: “Volo in tandem nelle Dolomiti” e “Astor kitesurf 2”. La prima è l’affascinante iniziativa da vivere tutto l’anno pensata per chi nel cassetto ha il sogno di esplorare i cieli delle Dolomiti Patrimonio Unesco dall’altezza dei 3.500 metri. Si inizia con un briefing assieme agli esperti e una volta indossato l’equipaggiamento certificato si parte verso la magia del volo col paracadute, in esplorazione di un mondo diverso visto da una prospettiva tutta nuova. …l’articolo continua »

45° FESTA DELL’UVA – CASTELLARANO (RE) – 18/21 SETTEMBRE 2014

Scritto da Michela | 13 settembre, 2014

Ritorna per la 45° edizione la Festa dell’Uva, la festa di Castellarano. 

Da giovedì 18 a domenica 21 settembre vi aspettiamo per rinnovare la tradizione, con eventi musicali, spettacoli teatrali, ballo, succulente sorprese gastronomiche, appuntamenti per bambini e adulti.

Questi alcuni degli eventi che animeranno i quattro giorni della Festa: la mostra fotografica del
Gruppo Fotografico “Look At” – Castellarano, l’incontro con due autori che raccontano nei loro libri il loro punto di vista sul mondo del calcio, i punti ristoro animati dalle diverse Associazioni che sono la linfa vitale del nostro paese, una cena a tema dedicata proprio a chi di queste Associazioni è l’anima, la tradizionale cena medievale sull’Aia del Mandorlo, musica per tutti i gusti, spettacoli teatrali, incontri sportivi, animazione per i bambini, il Corteo Storico, i Carri dell’Uva che quest’anno ci porteranno nel mondo contadino, il mercatino dei bimbi (di cui a breve forniremo il nuovo regolamento), la mostra dei Ricami di Mara, bancarelle di artigianato e gastronomia, antiquariato e vintage.

…l’articolo continua »

Hotel Napura: sport e divertimento in Alto Adige

Scritto da Michela | 12 settembre, 2014

L’Alto Adige si distingue per la sua ampia e diversificata offerta di sport e di attività ricreative in tutti i periodi dell’anno. Dal golf allo sci, dalle escursioni all’arrampicata, dal nuoto all’equitazione o alla bicicletta, ecco alcuni consigli per rendere indimenticabile il soggiorno all’Hotel Napura, a poca distanza dai centri di Bolzano e Merano.

Escursioni

I monti di questa zona, gli alpeggi, i laghi cristallini famosi in tutto il mondo e le bianche vette delle Dolomiti, dichiarate Patrimonio Naturale dall’UNESCO, valgono sicuramente un’escursione.

I percorsi sono adatti ad escursionisti di tutte le età e di tutti i livelli: famiglie in cerca di piacevoli passeggiate tra le malghe, amanti del trekking d’alta quota, alpinisti e rocciatori appassionati delle torri dolomitiche. Il personale dell’Hotel Napura è a disposizione per suggerire mete o organizzare gite ed escursioni con esperte guide locali.

…l’articolo continua »

XV Ia Sagra del Gorgonzola 14-21 Settembre 2014

Scritto da Michela | 11 settembre, 2014
Dal 14 al 21 settembre la cittadina di Gorgonzola ospita la sedicesima edizione della Sagra del Gorgonzola. Una gustosa occasione per scoprire le tradizioni di queste terre fra gastronomia e divertimento: appagando prima di ogni altra cosa il palato, ma approfondendo al contempo la conoscenza della storia e delle tradizioni di un popolo che ha fatto del proprio prodotto una delle prelibatezze note in tutto il mondo. 

Grande protagonista sarà ovviamente “sua maestà” il Gorgonzola, da stuzzicare, degustare e scoprire attraverso assaggi e piatti sfiziosi. Dai crostini di pane alla polenta alla spina, fino al risotto con zola, toma e strachitunt e… l’ingrediente del Mistero che sarà svelato solo a sagra conclusa sulla pagina Facebook ufficiale: www.facebook.com/pages/Sagra-del-gorgonzola

…l’articolo continua »

Not Vital, ironia e paradosso al Museo d’arte di Mendrisio

Scritto da Michela | 11 settembre, 2014

All’indomani del completamento della sua isola-scultura nel Pacifico Not Vital in mostra al Museo di Mendrisio


Il Museo d’arte di Mendrisio propone, dal 26 settembre all’11 gennaio prossimi, con la cura di Simone Soldini e Alma Zevi, l’attesissima mostra di Not Vital. Lo scultore si presenterà a Mendrisio attraverso un percorso basato su selezionate, importanti, essenziali opere, con una serie di sculture (alcune di grandi dimensioni), fotografie, dipinti e lavori grafici.

Not Vital rappresenta in pieno la figura stilisticamente eclettica, trasversale dell’artista contemporaneo, non indirizzato nel solco di un singolo linguaggio, ma capace di variare sorprendentemente da una forma stilistica all’altra. Arguti, provocatori, con un fondo di ironia e di paradosso, i rimandi soprattutto alle tendenze e alle esperienze dell’arte degli ultimi decenni: dall’arte povera al minimalismo, dal concettuale all’arte pop o di derivazione surrealista.

Vital è nato in Engadina e parla il rumantsch. Vive tra Sent (Svizzera), New York e Lucca, ma trascorre almeno tre mesi ogni anno nel deserto del Niger ad Agadez, dove realizza le sue sculture con i Tuareg e dove ha costruito scuole, un cinema, numerose abitazioni ed una casa da usare solo per vedere il tramonto del sole, seguendo l’idea di un dialogo socio-creativo tra due luoghi estremi.

…l’articolo continua »

IN AUTUNNO I GIARDINI DI SISSI SI ACCENDONO DI NUOVI COLORI CON GLI EVENTI DEDICATI AL VINO

Scritto da Michela | 11 settembre, 2014

Un’esplosione silenziosa e pacifica di caldi colori, ai Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano nei mesi autunnali si assiste alla magia del “Fall Foliage”. Da alcuni anni è diventato un appuntamento fisso e imperdibile per escursionisti, fotografi e amanti della natura. Il giardino meranese, che nei mesi estivi si mostrava come un vasto paradiso verde e fiorito, all’improvviso esplode in un caleidoscopio di calde tonalità, il fogliame delle piante cambia aspetto in infinite sfumature oro, giallo, rosso e arancione, che danno il benvenuto all’autunno. 

Il fitto fogliame degli alberi dei Giardini di Sissi a Merano è già pronto per l’annuale “cambio d’abito” autunnale: il degradarsi della clorofilla, in particolare dei faggi e degli aceri dell’area Boschi del Mondo, fa sì che le foglie assumano repentinamente una colorazione molto sgargiante che va dal rosso, all’arancione, al giallo.

È il fenomeno del Fall Foliage, una parola dal suono dolce che sta a significare la lieve caduta delle foglie dagli alberi, un appuntamento che ogni anno richiama migliaia di appassionati e semplici curiosi che per ammirarlo si radunano ai Giardini di Sissi tra metà settembre e gli inizi di novembre.

Questo atteso evento naturale, che nel Nord America è noto anche come Indian Summer, trasforma i boschi dei pendii che compongono l’anfiteatro botanico dei Giardini di Castel Trauttmansdorff in una grande esposizione artistica a cielo aperto, dove vengono esibiti ritratti e scorci paesaggistici emozionanti dalle calde tonalità: una “foresta” incorniciata dalla macchia dei monti del Gruppo di Tessa che per l’occasione indossano un mantello rosso e giallo davvero suggestivo.

Sabato 18 e Domenica 19 ottobre la Principessa Sissi ai Giardini di Castel Trauttmansdorff e alla Festa dell’Uva a Merano

…l’articolo continua »